WINDOWS 11 EVOLUZIONE O RIVOLUZIONE ?

Il nuovo sistema della casa di Redmond è un bel passo in avanti rispetto la precedente generazione. 

 

La prima cosa che sicuramente balza all'occhio è la moderna veste grafica. Finestre ed icone ora presentano bordi stondati e le animazioni sono più fluide e congruenti attraverso tutta l’interfaccia. L’interfaccia utente è stata riprogettata con particolare attenzione all’utilizzo di input touch e stylus pen, pertanto le icone e gli elementi sono più distanziati. La barra delle applicazioni è ora in posizione centrale e le icone sono state completamente ridisegnate, con uno stile moderno ed accattivante. La sensazione è quella di una ventata di aria fresca. 

 

DIFFERENZE CON WINDOWS 10  (SICUREZZA INFORMATICA)

 

Grande impegno è stato dedicato alla sicurezza con il Trusted Platform Module (TPM) disponibile sui dispositivi recenti, il quale gestisce attività come la crittografia dei dati, i servizi di autenticazione (Windows Hello) o altre password biometriche. Questo, di fatto, è il motivo principale per cui è necessario un computer recente per utilizzare Windows 11, serve la presenza di questo modulo per consentire al sistema operativo di utilizzare le sue nuove funzioni di sicurezza, oggi fondamentali a nostro giudizio. Certo questo comporta una scocciatura non da poco, per esempio essere costretti a cambiare il pc, ma la funzionalità permette a Microsoft di portare a termine uno dei suoi grandi progetti ovvero eliminare le password per gli account Microsoft utilizzando app di autenticazione, codici di verifica o dati biometrici, semplificando alla lunga la vita agli utenti.

Il più grande cambiamento di Windows 11 sono quindi i suoi requisiti hardware, che ora sono più rigorosi. Se si possiede un pc recente, acquistato cioè negli ultimi cinque anni, non ci sono problemi, ma i dispositivi più vecchi potrebbero rimanere bloccati a Windows 10 senza poter beneficiare delle nuove caratteristiche di Windows 11.
Attenzione questo non vuol dire che Microsoft abbandonerà gli utenti di Windows 10, continuerà infatti a fornire gli aggiornamenti di sicurezza fino al 2025.

 

REQUISITI HARDWARE

 

PCUSATO consiglia di puntare su un prodotto Intel di ottava generazione, abbinato ad una scheda madre con chip TPM 2.0 

Il chip TPM consente di proteggere in hardware, anziché via software, informazioni riservate e dati sensibili: per questo motivo viene usato ad esempio da BitLocker per impedire l'accesso alle unità crittografate da parte degli utenti non autorizzati, per conservare e gestire le chiavi di Secure Boot, per memorizzare dati di autenticazione a vario livello.

Per facilitare la vita agli utenti, Microsoft ha rilasciato un comodo tool scaricabile cliccando su questo LINK.

  • Processore: 1 gigahertz (GHz) o superiore, con due o più core in un processore a 64 bit compatibile o SoC (system on chip)
  • RAM: 4 gigabyte (GB) o maggiore.
  • Spazio di archiviazione: per installare Windows 11, è necessario uno spazio di archiviazione di 64 GB* o maggiore.
    • Potrebbe essere necessario uno spazio di archiviazione aggiuntivo per scaricare gli aggiornamenti e abilitare funzionalità specifiche.
  • Scheda grafica: compatibile con DirectX 12 o versione successiva, con un driver WDDM 2.0.
  • Firmware di sistema: UEFI, abilitato per l'avvio protetto.
  • TPM: Trusted Platform Module versione 2.0.
  • Schermo: schermo ad alta definizione (720p), monitor da 9" o superiore, 8 bit per canale di colore.
  • Connessione Internet: è necessaria la connettività Internet per eseguire gli aggiornamenti, nonché per scaricare e usare alcune funzionalità.
    • Windows 11 Home Edition richiede una connessione Internet e un account Microsoft per completare la configurazione del dispositivo al primo utilizzo.

 

COME INSTALLARE WINDOWS 11

 

Se desideri effettuare un'installazione pulita di Windows 11 ti servirà lo strumento di creazione di supporto scaricabile al seguente LINK.

I passaggi da eseguire sono i seguenti:

1. Inserire nel pc una chiavetta usb con almeno 8GB di spazio liberi

2. Seleziona Scarica ora lo strumento, quindi seleziona Esegui. Per eseguire lo strumento devi essere un amministratore.

3. Se accetti le condizioni di licenza, seleziona Accetta.

4. Nella pagina Scegliere l'operazione da effettuare seleziona Crea un supporto di installazione per un altro PC, quindi seleziona Avanti.

5. Scegli la lingua e l'edizione.

6. Seleziona come supporto l'unità flash USB.

  • Inserisci un'unità flash USB vuota con almeno 8GB di spazio disponibile. NB qualsiasi contenuto eventualmente presente nell'unità flash verrà eliminato.

7. Una volta creato il supporto di installazione, segui i passaggi indicati per utilizzarlo (inserire la chiavetta nel pc da installare e accendere il computer premendo ripetutamente il tasto
F9 per HP, F12 per Dell / Lenovo / Altri Brand e selezionare quindi la chiavetta usb come boot.

8. Dopo aver completato i passaggi per l'installazione di Windows 11, controlla che tutti i driver di dispositivo siano installati. Per verificare subito la disponibilità di aggiornamenti, seleziona il pulsante Start, vai a Impostazioni > Aggiornamento e sicurezza > Windows Update, quindi seleziona Controlla aggiornamenti. Puoi anche visitare il sito di supporto del produttore del dispositivo per trovare eventuali ulteriori driver necessari.

 

- Di Alessandro Mari

 

 

 

WINDOWS 11 EVOLUZIONE O RIVOLUZIONE ?

08/09/2022

Il nuovo sistema della casa di Redmond è un bel passo in avanti rispetto la precedente generazione. 

 

La prima cosa che sicuramente balza all'occhio è la moderna veste grafica. Finestre ed icone ora presentano bordi stondati e le animazioni sono più fluide e congruenti attraverso tutta l’interfaccia. L’interfaccia utente è stata riprogettata con particolare attenzione all’utilizzo di input touch e stylus pen, pertanto le icone e gli elementi sono più distanziati. La barra delle applicazioni è ora in posizione centrale e le icone sono state completamente ridisegnate, con uno stile moderno ed accattivante. La sensazione è quella di una ventata di aria fresca. 

 

DIFFERENZE CON WINDOWS 10  (SICUREZZA INFORMATICA)

 

Grande impegno è stato dedicato alla sicurezza con il Trusted Platform Module (TPM) disponibile sui dispositivi recenti, il quale gestisce attività come la crittografia dei dati, i servizi di autenticazione (Windows Hello) o altre password biometriche. Questo, di fatto, è il motivo principale per cui è necessario un computer recente per utilizzare Windows 11, serve la presenza di questo modulo per consentire al sistema operativo di utilizzare le sue nuove funzioni di sicurezza, oggi fondamentali a nostro giudizio. Certo questo comporta una scocciatura non da poco, per esempio essere costretti a cambiare il pc, ma la funzionalità permette a Microsoft di portare a termine uno dei suoi grandi progetti ovvero eliminare le password per gli account Microsoft utilizzando app di autenticazione, codici di verifica o dati biometrici, semplificando alla lunga la vita agli utenti.

Il più grande cambiamento di Windows 11 sono quindi i suoi requisiti hardware, che ora sono più rigorosi. Se si possiede un pc recente, acquistato cioè negli ultimi cinque anni, non ci sono problemi, ma i dispositivi più vecchi potrebbero rimanere bloccati a Windows 10 senza poter beneficiare delle nuove caratteristiche di Windows 11.
Attenzione questo non vuol dire che Microsoft abbandonerà gli utenti di Windows 10, continuerà infatti a fornire gli aggiornamenti di sicurezza fino al 2025.

 

REQUISITI HARDWARE

 

PCUSATO consiglia di puntare su un prodotto Intel di ottava generazione, abbinato ad una scheda madre con chip TPM 2.0 

Il chip TPM consente di proteggere in hardware, anziché via software, informazioni riservate e dati sensibili: per questo motivo viene usato ad esempio da BitLocker per impedire l'accesso alle unità crittografate da parte degli utenti non autorizzati, per conservare e gestire le chiavi di Secure Boot, per memorizzare dati di autenticazione a vario livello.

Per facilitare la vita agli utenti, Microsoft ha rilasciato un comodo tool scaricabile cliccando su questo LINK.

  • Processore: 1 gigahertz (GHz) o superiore, con due o più core in un processore a 64 bit compatibile o SoC (system on chip)
  • RAM: 4 gigabyte (GB) o maggiore.
  • Spazio di archiviazione: per installare Windows 11, è necessario uno spazio di archiviazione di 64 GB* o maggiore.
    • Potrebbe essere necessario uno spazio di archiviazione aggiuntivo per scaricare gli aggiornamenti e abilitare funzionalità specifiche.
  • Scheda grafica: compatibile con DirectX 12 o versione successiva, con un driver WDDM 2.0.
  • Firmware di sistema: UEFI, abilitato per l'avvio protetto.
  • TPM: Trusted Platform Module versione 2.0.
  • Schermo: schermo ad alta definizione (720p), monitor da 9" o superiore, 8 bit per canale di colore.
  • Connessione Internet: è necessaria la connettività Internet per eseguire gli aggiornamenti, nonché per scaricare e usare alcune funzionalità.
    • Windows 11 Home Edition richiede una connessione Internet e un account Microsoft per completare la configurazione del dispositivo al primo utilizzo.

 

COME INSTALLARE WINDOWS 11

 

Se desideri effettuare un'installazione pulita di Windows 11 ti servirà lo strumento di creazione di supporto scaricabile al seguente LINK.

I passaggi da eseguire sono i seguenti:

1. Inserire nel pc una chiavetta usb con almeno 8GB di spazio liberi

2. Seleziona Scarica ora lo strumento, quindi seleziona Esegui. Per eseguire lo strumento devi essere un amministratore.

3. Se accetti le condizioni di licenza, seleziona Accetta.

4. Nella pagina Scegliere l'operazione da effettuare seleziona Crea un supporto di installazione per un altro PC, quindi seleziona Avanti.

5. Scegli la lingua e l'edizione.

6. Seleziona come supporto l'unità flash USB.

  • Inserisci un'unità flash USB vuota con almeno 8GB di spazio disponibile. NB qualsiasi contenuto eventualmente presente nell'unità flash verrà eliminato.

7. Una volta creato il supporto di installazione, segui i passaggi indicati per utilizzarlo (inserire la chiavetta nel pc da installare e accendere il computer premendo ripetutamente il tasto
F9 per HP, F12 per Dell / Lenovo / Altri Brand e selezionare quindi la chiavetta usb come boot.

8. Dopo aver completato i passaggi per l'installazione di Windows 11, controlla che tutti i driver di dispositivo siano installati. Per verificare subito la disponibilità di aggiornamenti, seleziona il pulsante Start, vai a Impostazioni > Aggiornamento e sicurezza > Windows Update, quindi seleziona Controlla aggiornamenti. Puoi anche visitare il sito di supporto del produttore del dispositivo per trovare eventuali ulteriori driver necessari.

 

- Di Alessandro Mari